L’ Ecopsicologia offre linee guida per l’alfabetizzazione ecologica indispensabile per affrontare le sfide attuali della progettazione di futuri sostenibili e possibili e per lo sviluppo e allenamento della cittadinanza terreste, il nostro prossimo traguardo evolutivo.

Le proposte formative dell’Ecopsicologia integrano gli obiettivi della green growth, così come delineati nel Global Green New Deal, nato nell’ambito Programma delle Nazioni Unite per l’Ambiente (Unep) per superare la crisi e cambiare modello di produzione e consumo, includendo anche un investimento sul capitale umano.

La green economy rappresenta un nuovo paradigma di sviluppo economico, ma per essere messa in atto nella migliore delle sue accezioni – un sistema economico «che produce miglioramenti del benessere umano e dell’equità sociale, riducendo nel contempo i rischi ambientali ed ecologici» – deve essere accompagnata da un cambiamento di paradigma anche nella visione del nostro posto nel mondo, in quanto sapiens, e nella capacità di gestione ecologica e sostenibile del nostro ecosistema interiore, di tutta quella sfera intangibile così determinante per la qualità della nostra vita: emozioni, valori, espressione di sé, relazione con gli altri, intuizione, senso di appartenenza e compartecipazione, apertura alla meraviglia, all’ineffabile, alla riverenza per la vita.

«Non abbiamo solo bisogno di nuovi modi di produrre e consumare, ma anche di ridefinire cosa intendiamo per progresso e come lo vogliamo misurare», scrive Simon Upton (Direttore dipartimento Ambiente OECD – Organisation for Economic Co-operation and Development). Gli obiettivi che vengono delineati nei diversi summit internazionali sorti per declinare in termini concreti gli obiettivi del Global Green New Deal sono: transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio, uso efficiente delle risorse, aumento di qualità della vita e dell’ambiente, creazione di opportunità economiche connesse con i cambiamenti nel consumo e nella produzione. Al centro del dibattito per il rilancio dell’economia e dell’occupazione ci sono: innovazione a sfondo ecologico, efficienza energetica attraverso fonti rinnovabili, conversioni e risanamenti ambientali e, ancora, infrastrutture verdi, beni e servizi di qualità ecologica.

Sebbene il focus della discussione sia sulle strategie di tipo economico e produttivo, il tema affrontato è trasversale e coinvolge anche l’ambito umanistico, psicologico e filosofico della nostra cultura, traducendosi in un ripensamento dei bisogni essenziali – non solo materiali ma anche spirituali – che a loro volta danno vita a nuove opportunità, investimenti, attività, stili di vita, consumi, e occupazioni, riattivando il ciclo economico in direzioni sinora inesplorate.

E’ qui che interviene l’Ecopsicologia con le sue triplice proposta ai diversi livelli di allenamento necessari:

leadership personale
per sviluppare responsabilità nei confronti della propria vita e del proprio ambiente e creatività nella realizzazione ed espressione dei propri talenti;

abilità relazionali
per favorire incontro e collaborazione in una realtà di interconnessioni e interdipendenze e per attivare processi partecipativi;

cittadinanza terrestre
per promuovere iniziative concrete al servizio della collettività e dell’ecosistema planetario.

In quanto “Psicologia del noi”, l’Ecopsicologia applica il principio di interconnessione – alla base dell’ecologia – allo studio dell’animo umano, del suo comportamento e della sua relazione col mondo, disegnando percorsi e pratiche atte a favorire la creazione di relazioni ecologiche nei diversi livelli di identità umana: personale, sociale e planetaria.

Occorre un salto logico, scrive Edgar Morin, “occorre che l’umanità prenda coscienza della Terra-Patria come comunità di origine/destino”. La cittadinanza terreste è uno delle attuali sfide evolutive per la nostra società umana e l’Ecopsicologia coglie questa sfida e si mette al servizio di ogni ambito in cui questa trasformazione di paradigma e ampliamento della consapevolezza sia possibile e/o necessario.

Fonte: ECO WE – La voce italiana dell’Ecopsicologia

Segui la tua intuizione, non aspettare, il momento giusto è questo.
Contattaci per esplorare se e come una formazione in Ecopsicologia Applicata è quello che ora fa per te.

Guarda la locandina 2018 di EcoTuning Brianza
Guarda la locandina 2018 di EcoTuning Sardegna